Piombino si trova nel tratto finale della Costa degli Etruschi, che inizia un centinaio di chilometri più a nord, all’altezza di Livorno.
 
Costruita sul mare, Piombino è da sempre anche una base marittima. Oggi il porto di Piombino è utilizzato sopratutto a scopo turistico.
Da qui partono infatti i traghetti delle principali linee marittime diretti verso le isole dell’Arcipelago Toscano , così come quelli diretti verso la Sardegna e la Corsica.
 
Porto turistico, ma non solo!
Residence Piombino
 Piombino è sì un importante riferimento per il suo porto, ma sarebbe un vero peccato conoscerla solo per questo aspetto.

Il centro, piuttosto raccolto, si visita molto bene a piedi. Il Torrione ovvero l’antica porta di ingresso alla città. Detta anche porta di Sant’Antonino, risale al 1200 ed è il monumento più antico di Piombino.

Accanto al Torrione, nel 1400, vi fu costruito il Rivellino, un’imponente costruzione semicircolare di rinforzo.
Il complesso si comprende tuttavia meglio sapendo che il Rivellino è una costruzione militare, edificata a scopo difensivo, per proteggere da eventuali attacchi nemici la città, al tempo una Signoria governata dalla famiglia degli Orsini.

Superato il Torrione, ci troviamo a passaggiare nell’elegante Corso Vittorio Emanuele. Qui, se cercate un posto dove mangiare, vedrete diversi ristoranti e trattorie in cui potervi fermare.

Proseguendo per la città non possiamo non notare il Palazzo Comunale e l’adiacente la Torre dell’Orologio. Belli ed imponenti, si intuisce subito che sono stati rimaneggiati in epoca recente ed infatti scopriremo che sono stati ristrutturati nel ‘900.

Piazza Bovio: un’incredibile terrazza con vista sull’isola d’Elba

Costruita su un suggestivo sperone roccioso, Piazza Bovio è uno spettacolare balcone con vista sull’Isola del’Elba. Nelle giornate limpide si riescono a scorgere anche l’isola di Montecristo, l’sola del Giglio, l’isola di Capraia, la Corsica. Sulla destra, la costa con il promontorio del Falcone.


Poco oltre l’antico porticciolo, utilizzato ancora oggi dai pescatori per ormeggiare le piccole barche e la fonte dei Canali, dove l’acqua scorga da teste a forma di serpenti, realizzate da Nicola Pisano (diversi anni prima di dedicarsi a grandi opere come le decorazioni del Duomo di Siena ed il grandioso Pulpito del Battistero di Pisa).

Il castello e la fortezza medicea

Il castello risale al XIII secolo, mentre la fortezza fu aggiunta nella metà del 1500 per ordine di Cosimo de’ Medici. Tutto il complesso nel corso dei secoli ha subito diverse trasformazioni, anche strutturali.

SCOPRI LE NOSTRE FANTASTICHE TARIFFE E OFFERTE!
Inserisci le date, verifica disponibilità e prezzo e Prenota direttamente! BOOKING ONLINE 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *